Quel che ho pensato

Quel che ho pensato
è passato.
Parole ubriache salvate
dal tempo; e poi,
parole nel sonno.
E ancora, parole correnti,
che sgombre d’idee
ricordano un pesce
che sguazza.
E dunque?
L’addio era vero?
Non era forzato.
Buongiorno. Parole svanite,
e senza ritorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...